Vai su
#IoSonoHomeStager – il servizio di restyling professionale pensato per chi deve comprare o affittare casa – Annuncio-Casa.it
fade
4207
post-template-default,single,single-post,postid-4207,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1200,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default
home stager #iosonohomestager vendi casa prima

#IoSonoHomeStager – il servizio di restyling professionale pensato per chi deve comprare o affittare casa

Partiamo dall’inizio: perchè questa campagna sui social da parte nostra?

 

#IoSonoHomeStager è stato pensato appositamente per tutti quelli che fanno servizi di Home Staging professionale in Italia, perché è un mestiere nuovo dalle nostre parti, perché i proprietari di case spesso non sanno cosa significa e perché, a dirla tutta, anche una parte degli agenti immobiliari non ha compreso le potenzialità di questo ottimo strumento di marketing immobiliare.

 

In altri paesi, come gli Stati Uniti, rivolgersi ad un Home Stager è un’abitudine che si concretizza prima di mettere in vendita la casa e non dopo, come spesso accade qui in Italia.
Ciò è un peccato dato che rimanere con un’immobile invenduto per molto tempo rappresenta un costo molto più alto rispetto a quanto costerebbero i servizi di un Home Stager, perché ci sono i costi di mantenimento, le tasse per la proprietà e poi l’immobile non curato comincia a deteriorarsi, specialmente se non abitato, perdendo parte del suo valore.

Abbiamo letto tanti articoli di Home Stage scritti da persone più o meno esperte e ci siamo imbattuti, a lungo andare, in una certa ripetitività, a volte un copia e incolla tra vari siti.
Proviamo ad evitare questo e lasciateci raccontare l’Home Stage in maniera diversa.

L’impegno per fare il restyling di una casa che desiderate vendere o affittare non è una cosa da “snob” ma è uno step essenziale per riuscirci il prima possibile.

 

Prima di tutto si devono evitare spese extra con l’immobile, giusto?
Ok, allora evitiamo di tenere troppo l’immobile sul mercato immobiliare riducendo i costi di mantenimento, tasse ecc.
Vedete l’Home Staging non come un costo ma come un investimento nel vostro immobile.

Sapevate che avendo una casa preparata nel modo corretto potete venderla o affittarla al prezzo richiesto sul mercato immobiliare, senza negoziare troppo?

E’ così perché, come dicevo prima, l’Home Staging è un investimento, e come investimento apporta un valore aggiunto all’immobile, quello di valorizzare i suoi pregi e minimizzare i possibili “difetti”.

 



 
Come funziona e quali sono gli Step necessari per un ottimo Home Staging, in parole povere da novelli intenditori (gli esperti sono sempre e solo gli Home Stager, non ci attribuiamo esperienza in questo):

– Sopralluogo, analisi dell’immobile, posizione, stato dell’immobile, target possibili clienti, zona, città ( si, c’è tanto lavoro)
– In seguito vi sarà presentata una strategia e la lista di cosa c’è da fare per metterla in pratica, eventualmente una presentazione virtuale per il proprietario dell’immobile (o all’agente immobiliare se ha carta bianca dal proprietario).
Non disperate, se il vostro budget è limitato, gli Home Stager (se non lo sapevate sono dei veri maghi:)) ) faranno dei veri miracoli lo stesso.
– Approvata la strategia ci si mette in moto: arredamenti, piccole riparazioni (attenzione non stiamo parlando di ristrutturare nulla) si procede effettivamente ad allestire il tutto, come previsto.

 

Ma cosa significa nel concreto? Significa per esempio che se l’appartamento è vuoto o parzialmente arredato, vi saranno portati dei mobili e soprammobili temporaneamente (tutto ciò che si è stabilito prima) e lasciati per vari mesi fino a che si conclude la vendita o l’affitto dell’immobile.
I costi sono già inclusi nel preventivo iniziale.
Una volta venduto l’immobile, gli arredamenti e tutti gli oggetti lasciati dall’Home Stager saranno ripresi senza costi aggiuntivi.

 

Cosa otterrete oltre ad una bella abitazione od ufficio (di cui forse vi dispiacerà sbarazzarvi adesso che è stupendo)?
– Un immobile bellissimo, con una tema neutro che possa piacere alla maggior parte delle persone che desiderano vederlo per un possibile acquisto/affitto.
– Un servizio fotografico professionale che fa vedere le potenzialità ai possibili clienti, materiale che potrete usare sul web per pubblicare annunci immobiliari, su carta per piccoli giornalini o grandi riviste (nessuno vi proibisce di farlo, basta permetterselo) o da far vedere direttamente in agenzia se siete un’agenzia immobiliare o affidate la vendita dell’immobile alla vostra agenzia immobiliare di fiducia.
– Le visite dal vivo dei possibili clienti saranno molto piacevoli da tutti e due i lati, dal vostro perché avrete un immobile bello da presentare, dall’altro il possibile cliente che si innamorerà di ciò che vede e, se non è proprio quello che cercava, penserà sicuramente se può scendere a compromessi (magari la cucina non è abbastanza grande, ma alla fine il salone è stupendo).
– Una conclusione veloce dell’affare.

 

Pensate a quanti immobili sono sul mercato immobiliare in vendita o in affitto.

Tantissimi, alcuni forse meglio dei vostri.

Allora usando il restyling grazie all’Home Staging potrete ridurre questo svantaggio e portarlo a vostro vantaggio.

 

Attraverso la nostra primissima campagna #IoSonoHomeStager abbiamo creato un hashtag unico, mai usato prima sui social, per iniziare a differenziare la voce degli Home Stager italiani rispetto a quelli di altri paesi.
Pensate che le parole #homestaging o #homestager sono usate da tutti, e quando dico tutti mi riferisco a tutti i paesi.

Facciamo diventare il nostro hashtag unico solo per l’Italia e per tutti gli Home Stager italiani in genere, indifferentemente del loro nome.

 

Pubblicate i vostri lavori inserendo anche questo hashtag sempre, facciamolo diventare forte e ricercato per aiutare chi vi cerca a trovarvi facilmente sui social.

Torneremo presto con una seconda campagna riferita sempre allo stesso hashtag #IoSonoHomeStager.

 



 

E per finire un grande grazie a tutti voi che avete condiviso con noi i vostri lavori, a chi ci ha “schiarito le idee” su alcuni dubbi legati al vostro mestiere. Grazie a TabataHomeStaging che oggi ci ha spiegato alcune procedure per poterle scrivere in modo corretto in questo articolo.

Vi faccio vedere sotto tutti i post che abbiamo condiviso in questa campagna.

Seguiteci per rimanere aggiornati e seguite gli Home Stager che hanno condiviso con noi il nostro hashtag.

Trovate il loro nome Instagram in ogni post sotto.

Grazie mille e alla prossima!

 

I nostri Repost #IoSonoHomeStager —>>

 

…..Quando una famiglia ti affida la sua casa dove custodisce tutto ciò che ha di più prezioso✨, non puoi far altro che entrare in punta di piedi….E’ stata una vera sfida: cercare di valorizzare stanze ancora abitate, piene di ricordi e oggetti che rispondono al gusto dei proprietari per lanciare la casa sul mercato immobiliare. La strategia del nostro intervento di #homestaging? Spersonalizzare il più possibile gli ambienti in modo che quella casa possa piacere anche ad altre mille famiglie 👨‍👩‍👧‍👦con gusti diversi…ci siamo messe alla prova ed il risultato è stato sorprendente!!! Scorri le immagini per vedere il #beforeandafter #marketingimmobiliare #realestate #realestateagent #IoSonoHomeStager @annuncio_casa.it

Un post condiviso da TABATA (@tabata_hs) in data:

A presto con #IoSonoHomeStager!!!

Team Blog

"Non mi interessa scrivere per diletto ciò che altri per diletto leggerà. Mio obiettivo sono la vita e i problemi umani con tutti i loro inconvenienti e le loro difficoltà." --- > Francis Bacon (1561-1626), filosofo inglese.

Nessun commento

Scrivi un commento